Attore/Attrice

Biografia ,Anita Kravos

http://www.myhomevideo.it/FOTO ATTORI/Anita Kravos Num 21.jpg
Anita Kravos (Trieste, 1º gennaio 1974) è un'attrice italiana. Cres ...

Anita Kravos (Trieste, 1º gennaio 1974) è un'attrice italiana. Cresce a Gorizia, sul confine con la Slovenia, in un ambiente multiculturale: di madrelingua italiana, parla correntemente lo sloveno, il russo, l'inglese, il francese e il tedesco. Durante gli anni del liceo interpreta i primi ruoli in commedie teatrali. Per seguire gli studi universitari, si trasferisce a Venezia, dove interpreta ruoli della commedia dell'Arte al Teatro all'Avogaria. Nel 1998 frequenta il corso di perfezionamento teatrale internazionale École des Maîtres, cui segue una tournée europea che giunge fino a Mosca. Qui frequenta per due anni l'Accademia Teatrale Russa GITIS. Si laurea nel 2000 in Lingue discutendo una tesi relativa all'esperienza teatrale moscovita; nello stesso anno si trasferisce a Roma e prende parte, con piccoli ruoli, a film come Saimir di Francesco Munzi, Amore, bugie e calcetto di Luca Lucini, Manuale d'amore 2 e Italians di Giovanni Veronesi. Nel 2007, il suo primo ruolo da protagonista nel film Come l'ombra di Marina Spada le vale ben sette riconoscimenti. Dell'interpretazione viene soprattutto apprezzata “la gentilezza della gestualità” (Jeanne Moreau, presidente di giuria al Festival Nouvel Air a Parigi) e “la rara dote della giusta misura” (Gianluca Arcopinto). Il Morandini 2008 dizionario dei film, riporta: “c'è l'intensa Anita Kravos la cui Claudia dà ragione ad Aragon: La donna è l'avvenire dell'uomo”. Seguono nel 2008 due lungometraggi in Svizzera e Slovenia: nella commedia Segreti e sorelle dello svizzero Francesco Jost interpreta Emilia che, tra screzi con la sorella e sonori battibecchi, si confronta col suo passato e scopre la straordinaria somiglianza con la madre, mentre nel thriller Transition di Boris Palcic interpreta la dark lady Rebecca, donna di grande carisma e pochi scrupoli, che sfrutta il suo fascino per la conquista del potere. Nello stesso periodo prende parte ai film per la televisione Un caso di coscienza 3 diretto da Luigi Perelli, Papa Luciani, Il generale Dalla Chiesa e Ho sposato uno sbirro diretti da Giorgio Capitani. Nel 2009 presenta al Festival Internazionale del Film di Roma Alza la testa di Alessandro Angelini con Sergio Castellitto. Nel film recita il complesso e difficile ruolo della transessuale Sonia. Per questa interpretazione si aggiudica il premio L.A.R.A. come miglior interprete italiana e la candidatura ai David di Donatello. Nello stesso anno partecipa al film La prima linea di Renato De Maria, dove interpreta il ruolo di una terrorista. Nel 2010 è la protagonista del film Lamor cortese di Claudio Camarca, dove interpreta Gemma: una giornalista gourmet, divisa tra ristoranti di lusso e la cura del padre, che ritroverà la realizzazione e l'amore con l'incontro di un vecchio compagno di scuola. Sempre nel 2010 è testimonial della casa di abbigliamento Gotha per la collezione autunno-inverno 2010-2011. Nel 2011 prende parte ai film Tutto bene di Daniele Maggioni e Ruggine di Daniele Gaglianone, nel ruolo della madre del piccolo Sandro (il personaggio da adulto è interpretato da Stefano Accorsi). Nel 2012 è protagonista del cortometraggio Svegliati di Duccio Giordano e L'altra di Sergio Recchia. Nel 2012 presenta alla VII edizione del Festival Internazionale del Film di Roma due film: Italian Movies, opera prima del regista Matteo Pellegrini, in uscita nelle sale il prossimo 4 luglio 2013, e il film più discusso del festival: E la chiamano estate di Paolo Franchi, vincitore, quest'ultimo, del Premio per la migliore regia a Paolo Franchi e del Marc'Aurelio d'Argento per la miglior attrice a Isabella Ferrari e Nomination Marc'Aurelio d'Oro per il miglior film. Tra il 2012 e il 2013 e' interprete in diversi film per il cimena. Impegno e film d'autore, Ritratto di un imprenditore di provincia regia di Hermes Cavagnini e Se chiudo gli occhi non sono più lì regia di Vittorio Moroni, si alternano a commedie per la famiglia Amori elementari regia di Sergio Basso e a commedie surreali Non scomparire! regia di Pietro Reggiani. Nel 2013 prende parte al film La grande bellezza per la regia di Paolo Sorrentino presentato al 66º Festival di Cannes.

foto & videos

scorri foto con mouse 6 foto 0 videos

Filmografia

  1 2