Attore/Attrice

Biografia ,Carlo Verdone

http://www.myhomevideo.it/FOTO ATTORI/Carlo Verdone Num 03.jpg
17 novembre 1950

Data di Nascita Roma 17-11-1950 E' stato Sergio Leone a produrre il primo film di Carlo Verdone, Un sacco bello (1979), tratto dagli sketch da lui interpretati nella trasmissione televisiva "Non Stop" che avevano destato l'attenzione e il divertimento del grande regista. Il primo giorno delle riprese, Leone lo aveva accompagnato personalmente agli stabilimenti della Dear, dopo una nottata passata a passeggiare insieme da ponte Sisto all'Isola Tiberina, nel tentativo di calmare le sue ansie. Il film venne ultimato in cinque settimane, riscosse un grande successo e segno l'inizio di una lunga e fortunata carriera. Nato a Roma il 17 novembre 1950, figlio dello storico del cinema Mario Verdone, dopo la laurea in Lettere si diploma nel 1974 al Centro Sperimentale di Cinematografia con un saggio di regia tratto da Cechov.Successivamente gira due documentari e cerca di lavorare nel cinema come aiuto regista, ma nel 1976 si ritrova quasi per caso ad esibirsi al teatro Alberichino di Roma, una cantina da 45 posti, dove presenta una serie di personaggi ispirati alla gente che incontra nel suo quartiere. L'accoglienza e molto positiva, la sua fama si estende per la citta come un tam-tam e lo fa presto approdare in televisione. Dopo il bullo patetico e sfortunato e il figlio di mamma sprovveduto e paffutello di Un sacco bello, non tarda a rendere celebre una galleria di caricature, i cui tic e le cui battute passano presto alla storia. Coatti con o senza imbottitura di ovatta, hippies all'acqua di rose, mariti asfissianti, prima di Magda (Bianco, rosso e Verdone, 1981), poi di Fosca (Viaggi di nozze,1995), giovanottoni troppo maldestri per cogliere in pieno le gioie dell'amore o troppo arrendevoli nei confronti di una stravagante sorella (Io e mia sorella, 1987). Anche se scrive, dirige e interpreta i suoi film, riserva sempre un posto d'onore alle sue partners di turno e con gli anni s'impegna nel tratteggiare personaggi psicologicamente piu complessi e definiti. Nell'arco di una carriera ventennale, oltre l'amore del pubblico, ottiene premi e riconoscimenti prestigiosi, come il David di Donatello come miglior attore e migliore sceneggiatura per Maledetto il giorno che t'ho incontrato (1991) o come miglior regista per Perdiamoci di vista (1993). Solo per citarne alcuni. Viene spesso considerato l'erede di Alberto Sordi che nel 1982 lo vuole per interpretare suo figlio in In viaggio con papa. Come gran parte dei comici nasconde una vena di malinconia che puo arrivare a commuovere. Succede nel finale tenero e inaspettato di Al lupo al lupo (1992). Questione di un attimo, del finale di un film, presto superato dalla gesta di pianisti di piano bar trapiantati a Bruxelles (Sono pazzo di Iris Blond, 1996) o di altri bulletti di periferia, figli di Elvis (Gallo cedrone,1998). Lo definiscono un amico che torna (sul grande schermo) a Natale ma per il film C'era un cinese in coma (2000) sceglie un'uscita quasi primaverile e un finale tutt'altro che comico. Dopo l'esito non eclatante al botteghino di questo film, torna al registro dela commedia con Ma che colpa abbiamo noi (2002), L'amore è eterno finché dura (2003) e Mauale d'amore (2005), per la regia di Giovanni Veronesi. Nel 2006 è al cinema Il mio miglior nemico, dove è affiancato da Silvio Muccino, il giovane attore romano con il quale ha scritto a quattro mani la sceneggiatura del film. Nel 2008 torna uno dei suoi personaggi più riusciti in Grande Grosso &...Verdone. Ma anche in Italians (2009) di Giovanni Veronesi le gag esilaranti dell'episodio che lo vede protagonista attingono ancora una volta al suo repertorio storico, quello del personaggio ipocondriaco e represso.Dopo aver realizzato il film ad episodi che ripescava alcuni dei suoi personaggi storici e li mostrava da adulti, Carlo Verdone ha scelto di girare un film diverso. In Io, loro e Lara con Laura Chiatti ha scelto di raccontare una storia melanconica e più riflessiva, protagonista un missionario (interpretato da lui) in crisi di fede. Cast corale (Finocchiaro, Bonaiuto, Giallini), premiato al botteghino dal pubblico. Durante la lavorazione del film Carlo ha perso il padre, Mario, studioso di cinema e gli ha dedicato il film.(aggiornato: gennaio 2010)

foto & videos

scorri foto con mouse 5 foto 0 videos

Filmografia

  1 2