Attore/Attrice

Biografia ,Margherita Buy

http://www.myhomevideo.it/FOTO ATTORI/Margherita Buy Num 02.jpg
15 gennaio 1962

Data di Nascita Roma 15-01-1962 "Il brutto è che uno finisce per abituarsi ai premi: quando non me ne daranno piu precipiterò nella depressione". Cosi dichiarava Margherita Buy dopo il riconoscimento di critica e di pubblico che aveva accompagnato i suoi primi successi cinematografici, ma il David di Donatello, assegnatole nel 1999 come migliore attrice protagonista per il ruolo della suora in Fuori dal mondo di Giuseppe Piccioni, deve aver contribuito a tenere lontana questa insidia, senz'altro molto piu efficacemente dell'arsenale farmacologico che si divide con Carlo Verdone in Maledetto il giorno che t'ho incontrato (Carlo Verdone-1992).Nata a Roma il 15 gennaio 1962, dopo essersi diplomata presso l'Accademia d'Arte Drammatica, nel 1986 debutta nel cinema in un film di Nino Bizzarri La seconda notte, ma l'incontro con Sergio Rubini, suo futuro marito, e Umberto Marino l'avvicina presto al teatro. Recita infatti in alcune di quelle fortunate commedie di Marino che saranno successivamente portate sul grande schermo, come La stazione (1990), film d'esordio alla regia di Sergio Rubini, dove l'attrice puo sperimentare uno stile diverso di lavoro. Anche se da questo confronto il palcoscenico sembra rappresentare per lei una tana sicura mentre il set cinematografico le appare come una trappola incontrollabile, e il cinema a offrirle le maggiori soddisfazioni, perche in fondo non c'è niente di piu bello di un film finito. Diventa presto l'attrice più emblematica del giovane cinema italiano, la piu stimolante per registi come Daniele Luchetti, Umberto Marino, Antonello Grimaldi e Giuseppe Piccioni che le consentono di descrivere ritratti di giovani donne contemporanee che, seppure fragili e contraddittorie, riescono a tenere testa ad un universo maschile spesso insicuro e vacillante. In La settimana della sfinge (Daniele Luchetti-1990), per il personaggio di Gloria e stata accostata alla Giulietta Masina dei film di Federico Fellini, altre volte l'hanno paragonata a Monica Vitti o a Mia Farrow, anche se lei, dopo tante figure leggiadre e inquiete, romantiche o surreali, preferirebbe forse affrontare donne con una femminilita piu esplicita e disinvolta. Donne soprattutto sicure, che non si sentano magari troppo imbarazzate nell'indossare ardite sottovesti per richiamare l'attenzione di un marito distratto (Comincio tutto per caso - Umberto Marino - 1993) o che riescano a lasciare dietro di se tracce ben piu conturbanti di quelle prodotte dalle cartine di caramelle (Chiedi la luna, Giuseppe Piccioni -1992). Del resto, dietro quella sua radiosa timidezza lei stessa ammette di poter contare su improvvise certezze e grandi momenti di forza. Ma la bellezza di Margherita Buy, per lo meno sul grande schermo, naviga per altre rotte e fa risplendere altrimenti il suo talento. E cosi ci sembra piu bella e piu credibile da suora piuttosto che come manager in minigonna, desiderosa di portarsi a letto un suo impiegato (Prestazione straordinaria, Sergio Rubini -1994). Con Peter Del Monte ha l'occasione di confrontarsi con un ruolo diverso. In Controvento (2000) è una psichiatra razionale e pacata che, per amore, si ritrova coinvolta dentro un vortice di emozioni e di passione. Insieme a Stefano Accorsi compare nel film di Ferzan Ozpetek Le fate ignoranti (2001), poi di nuovo in tandem con Verdone in Che colpa abbiamo noi, e con l'ex marito Rubini in L'amore ritorna, un film e una parte dal sapore dichiaratamente autobiografico.Successivamente è un ex ispettore di polizia richiamata in servizio per risolvere un caso difficile (Il siero delle vanità, 2004), una madre sposata e abbandonata (I giorni dell'abbandono, 2005), e una ex attrice di film splatter in crisi coniugale (Il Caimano, 2006). aggiornato: 24 marzo 2006

foto & videos

scorri foto con mouse 8 foto 0 videos

Filmografia

  1 2 3