Attore/Attrice

Biografia ,Vanessa Redgrave

http://www.myhomevideo.it/FOTO ATTORI/Vanessa Redgrave Num 05.jpg
30 gennaio 1937

Data di Nascita Londra 30-01-1937 Quando interpretò Isadora (Karel Reisz, 1968) Duncan, Vanessa Redgrave coronò il sogno della sua adolescenza. Se non fosse stata così alta, avrebbe senz'altro continuato a studiare danza. Invece divenne prima attrice della Royal Shakespeare Company di Stradford-on-Avon e subito dopo una stella del cinema.Degna erede di una grande dinastia di attori, nasce a Blackheat (un quartiere di Londra) il 30 gennaio 1937 da sir Michael Redgrave e Rachel Kempson, membri dell'Old Vic Theatre. Mentre sta mietendo successi sulle scene conosce il regista Tony Richardson che sposa nel 1962. Con lui avrà due figli, Natasha e Joely, anche loro futuri attori. Dopo aver esordito sullo schermo in compagnia del padre (Dietro la maschera, Brian Desmond, 1958), si mette in luce con Morgan matto da legare (Karel Reisz, 1966), che le fa guadagnare il premio come migliore attrice al Festival di Cannes. Scelta da Michelangelo Antonioni come protagonista femminile di Blow-up (1966), durante la lavorazione di Camelot (Joshua Logan, 1967), conosce Franco Nero, l'attore italiano con cui vivrà una lunga storia d'amore e dal quale avrà un figlio, Carlo Gabriel, dopo il divorzio da Richardson. Nella seconda metà degli anni '60 si impone come una delle attrici più prestigiose a livello internazionale, richiesta da registi di ogni nazionalità. E' una stella che brilla di bagliori personalissimi, anni luce lontani da quelli artificiali delle dive hollywoodiane che raramente possano vantare una carriera teatrale come la sua. Quando rappresenta i deliri sessuali di suor Giovanna degli Angeli, la madre superiora de I diavoli (Ken Russell, 1970), si attira le critiche del Vaticano. All'epoca fa parte del Workers' Revolutionary Party e porta avanti ogni genere di battaglie civili e politiche. In questo senso le somiglia molto il personaggio con cui vince l'Oscar come migliore attrice non protagonista, quello di Giulia (Fred Zinnemann, 1977), la coraggiosa amica di Lillian Hellmann-Jane Fonda, che milita nella resistenza antinazista. Se nella vita si batte per il disarmo nucleare e per la causa palestinese, sullo schermo indossa costumi d'altri tempi, spesso per merito di James Ivory, il più inglese dei registi americani, (I Bostoniani, 1984; Casa Howard, 1992). Insieme al figlio Joely Richardson offre una delle sue migliori interpretazioni (Il mistero di Wetherby, David Hare, 1986) Particolarmente attiva in televisione, nel 1994 vince la Coppa Volpi al Festival di Venezia per Little Odessa (James Gray, 1994) e subito dopo interpreta la madre di un genio condannato a suscitare scandalo (Wilde, Brian Gilbert, 1997). Per il suo impegno politico nel febbraio del 1997 risulta nella lista nera del gruppo neonazista Combat 18, mentre sta per comparire insieme a Franco Nero nell'opera prima di Carlo Gabriel Nero, L'escluso (2000). Accanto a Gérard Depardieu e Sergio Rubini figura nel film del regista algerino Rachid Benhadj, Mirka (2000).giovedì 25 gennaio

foto & videos

scorri foto con mouse 4 foto 0 videos

Filmografia

  1 2