Downsizing - Vivere Alla Grande

3,90 http://www.myhomevideo.it/COVER/Downsizing - Vivere Alla Grande 25-01-2018 Num 04.jpg
Il tuo Voto :

140 min

Origine: USA

Anno Produzione: 2017

Genere: COMMEDIA, DRAMMATICO, FANTASCIENZA

Data Uscita: gennaio 25, 2018

Regia: ALEXANDER PAYNE

Tratto Da:

Produzione: ALEXANDER PAYNE, MARK JOHNSON, JIM TAYLOR PER AD HOMINEM ENTERPRISES, GRAN VIA PRODUCTIONS

Distribbuzione: 20TH CENTURY FOX ITALIA (2018)

Sceneggiatura: ALEXANDER PAYNE, JIM TAYLOR

Fotografia: PHEDON PAPAMICHAEL

Musiche: ROLFE KENT

Montaggio: KEVIN TENT

Scenografia: STEFANIA CELLA

Effetti: JAMES E. PRICE, LINDY DEQUATTRO, FRAMESTORE, LOLA VISUAL EFFECTS, INDUSTRIAL LIGHT & MAGIC (ILM)

Costumi: WENDY CHUCK

Film uscito Add to watchlist



Trama

Un pool di scienziati norvegesi ha trovato la soluzione al problema della sovrappopolazione e dei cambiamenti climatici: rimpicciolire uomini e donne di circa dieci centimetri, certi che in circa due secoli la transizione dal grande al piccolo potrà essere completata. Rendendosi presto conto dei vantaggi economici del mondo in miniatura, e con la promessa di una vita migliore, Paul Safranek e sua moglie Audrey decidono quindi di abbandonare stress e ristrettezze della loro vita a Omaha, in Nebraska, per trasferirsi nella nuova comunità in miniatura in New Mexico. Una scelta che cambierà per sempre la loro vita.

La recensione del film di ALEXANDER PAYNE

"Riducete tutto ad altezza Lilliput, ma i problemi dell'America (e dell'umanità) non diventeranno di certo più piccoli. Questo ci dice il regista americano con sangue greco nelle vene Alexander Payne, che non ha mai sposato fino in fondo i miti della terra che l'ha visto nascere e di cui ha sempre dato un ritratto amaro e disincantato. Come fa anche in Downsizing (in italiano miniaturizzazione), con più ambizioni «filosofiche» dei film precedenti (...) ma con meno capacità di graffiare e disturbare. (...) L'idea è decisamente originale (in passato la miniaturizzazione umana era spesso vista come un incubo, qui è una risorsa) e Payne sa costruire con Jim Taylor una sceneggiatura che evita i momenti di stanca, così come la sua regia sa tenere perfettamente in equilibrio il tono del film, tra dramma e commedia, commozione e ironia. Ma quello che scopre alla fine è che la povertà e le classi non spariranno nemmeno nel mondo «fatato» di Leisureland («la terra del dolce far niente» si potrebbe tradurre il nome dell

Attori






Trailer & Foto

                             
                             

Nelle Sale della tua Città

Città
Date
Cinema Visualizza mappaVisualizza tabella Orari

Lascia un Commento










In risposta a

immetti il tuo Nome.


Se vuoi ricevere la segnalazione alle risposte o commenti lascia la tua mail (non sarà visibile nel post)

Immetti il messaggio post.